Vacanze in Basilicata - ItaliaGuida

Aree archeologiche: Tricarico

Tricarico al crepuscolo in invernoDurante il IV secolo a.C. le zone interne della Basilicata sono occupate dai Lucani, le popolazioni guerriere della stirpe osco- sannita. Nello stesso periodo, in cui ci furono numerosi scontri con le colonie greche poste sulla costa ionica, vengono edificate ingenti fortificazioni presso i principali insediamenti e nei territori più a valle nascono numerose fattorie collegate all’intensivo sfruttamento del territorio in cui erano previste anche culture specializzate come l’ulivo e la vite.

Il centro di Civita presso Tricarico, che si estende lungo 50 ettari, è costituito da tre zone murarie concentriche, con una struttura edificata in blocchi squadrati costruiti da artigiani greci esperti. I primi ingressi alla città sono segnati dalle porte monumentali, nell’insediamento sono state evidenziate alcune delle residenze private alcune delle quali con pavimentazioni in mosaico.

Presso l’acropoli si trova un tempio risalente al I secolo a.C., che conferma l’uso di modelli culturali romani in seguito alla conquista. In zona Serra del Cedro si trova un ulteriore centro fortificato di epoca lucana non ancora oggetto di scavo.

Tricarico - area archeologica

La porta e la torre saracena a TricaricoMolti siti archeologici presenti nell’area di Tricarico confermano la presenza umana sin dall’epoca antica, grazie a diversi elementi tra cui un’abitazione posta su rilievi di facile difesa fra le valli del Bradano e del Basento dove si trova un sistema viario complesso che collega la costa dello Ionio con quella del Tirreno.

Di grande importanza sono le città fortificate poste in zona Serra del Cedro e Piano della Civita, questi due siti archeologici sono inseriti nel complesso dei centri fortificati edificati dai lucani nel IV secolo a.C., a difesa delle comunità per i frequenti scontri con le colonie greche. L’insediamento di Civita risale al IV e I secolo a.C., di ingenti dimensioni è disposto presso un pianoro di circa 47 ettari, circoscritto da tre cinte murarie e costituito da strade, case ed edifici di varia tipologia.

L’ampio insediamento di Serra del Cedro è riconducibile alla seconda metà del IV secolo a.C. periodo che precede la feroce distruzione del IV-III secolo a.C. È stato rinvenuto un quartiere artigianale con fornaci, case e fucine utilizzate per la fusione di metalli. Inoltre è stato rinvenuto un centro abitato ellenistico abitato anche in età romana e nel periodo barbarico-bizantino.

Qui sono stati scoperti una struttura termale con mosaici e fornaci del periodo alto medievale che attesta una rigogliosa economia nei secoli IV e VI d.C. In zona S. Agata, presso il Basento, è stata scavata parzialmente una estesa villa romana costituita da preziose pavimentazioni in mosaico e un magazzino utilizzato per le derrate alimentari.
 

Informazioni turistiche

  • Città: Tricarico
  • Indirizzo: Contrada Civita
  • Provincia: Matera
  • Servizi al pubblico: visite guidate su prenotazione
  • Telefono: 0835/726268
  • Giorni e orario d'apertura: 9 - un'ora prima del tramonto
  • Costo del biglietto: ingresso gratuito
  • Come arrivare: sulla Strada Statale 407 Basentana Potenza-Metaponto, uscita Tricarico

Alto pagina

Arte e storia in Basilicata

Terra di Lucania

Archeologia in Basilicata

Folklore e tradizione in Basilicata

Artigianato in Basilicata

Enogastronomia in Basilicata

Itinerari turistici in Basilicata

Piccoli tesori in Basilicata

Informazioni Turistiche

Ricettività

Realizzazione siti internet per Turismo

Vacanze in Basilicata - ItaliaGuida c/o Opera Digitale Srl - Via Bargagna N° 60 (Piano 3°) - 56124, Pisa (PI) - Italy
Tel. +39 050 9913648 - Fax +39 050 9913647 - Posta:
Partita IVA: - Codice fiscale: